Loading...

Spasmex in gravidanza: si può usare?

spasmexLo Spasmex è un medicinale particolarmente indicato nel trattamento dei dolori della muscolatura liscia dell’apparato gastro-intestinale e uro-genitale, oltre che biliare. In questo articolo cerceremo di capire cos’è lo Spasmex, come funziona e a cosa serve, senza tralasciare l’argomento gravidanza.

Il medicinale viene assorbito in pochi minuti e altrettanto velocemente inizia a dare sollievo. Lo Spasmex funziona grazie al principio attivo della floroglucina/floroglucinolo che inibisce gli enzimi che provocano lo spasmo. Anche nei casi di cistite riesce a gestire ottimamente il dolore e ad eliminare l’infiammazione.

Proprietà dello Spasmex

Lo Spasmex è indicato anche per combattere l’incontinenza urinaria, dopo poche settimane il medicinale riesce ad aiutare il paziente a tenere sotto controllo la vescica e a diminuire sensibilmente il numero di evacuazioni nel corso della giornata.

Anche nei casi di vescica iperattiva può risultare la soluzione migliore. Le sue proprietà aumentano la capacità vescicale e diminuiscono il numero di evacuazioni. Talvolta possono presentarsi alcuni effetti collaterali, tra cui la stipsi.

Lo Spasmex si trova in commercio sottoforma di compresse e supposte: il vostro medico saprà indicarvi quali delle due preferire per la vostra patologia. Il medicinale non ha forti controindicazioni, ma deve comunque essere assunto dopo la prescrizione medica.

Attenzione ai componenti! Se siete allergici al lattosio, dovete comunicarlo al vostro medico. Lo Spasmex ha un alto contenuto di lattosio che potrebbe crearvi qualche problema. Nel caso soffriate di qualche patologia intestinale o urologica, avvertite il vostro medico, potreste avere bisogno di una terapia diversa. Lo Spasmex in genere è controindicato solo a chi presenta ipersensibilità a uno o più dei suoi componenti.

 Spasmex e gravidanza: cosa fare?

Il medicinale non ha effetti collaterali sul bambino o sulla madre e può essere tranquillamente assunto. Non ci sono particolari  restrizioni in caso di gravidanza e neanche durante il periodo dell’allattamento. Ricordate però di chiedere sempre al vostro medico e di utilizzare i medicinali solo in caso di reale bisogno.

Cercate di evitare qualsiasi medicinale almeno nel primo trimestre, sebbene lo Spasmex non abbia controindicazioni è comunque meglio evitare di assumere medicinali durante un periodo così delicato.

Nel caso in cui siate già in terapia con altri farmaci, chiedete al vostro medico cosa fare. Solo in rari casi lo Spasmex presenta effetti collaterali indesiderati, come:

  • Reazioni allergiche;
  • Sfoghi cutanei;
  • Diminuzione della sudorazione;
  • Secchezza delle fauci;
  • Dilatazione anomala delle pupille;
  • Problemi alla vista;
  • Ritenzione;
  • Stitichezza;
  • Stanchezza e sonnolenza.

Nel caso in cui notiate uno o più di questi sintomi, chiedete consiglio al vostro medico e interrompete la terapia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons