Loading...

Spotting durante la gravidanza: c’è da preoccuparsi?

spotting gravidanzaLo spotting, sebbene nella maggioranza dei casi sia una reazione fisiologica naturale, anche durante la gravidanza, è uno degli eventi che causa preoccupazioni immense nella gestante.

Si tratta di perdite, di colore variabile tra il rosa chiaro e il rosso intenso del sangue del ciclo mestruale, che possono colpire durante tutto l’arco della gravidanza.

Ma c’è davvero qualcosa di cui preoccuparsi? Oppure lo spotting può essere considerato un fenomeno naturale? Vediamolo insieme.

Di cosa si tratta?

Lo spotting si riferisce a delle piccole perdite ematiche, spesso e volentieri innocue. Bisogna però distinguere quelle che possono essere considerate delle normalissime perdite fisiologiche da quelle che invece possono essere segnale di un potenziale problema.

Distinguere il semplice spotting dalla minaccia di aborto

La preoccupazione per le gestanti nasce ovviamente dal fatto che allo spotting potrebbe essere associata una minaccia di aborto. Lo spotting può essere considerato però in genere normalissimo quando è di colore marroncino o rosa tenue e soprattutto quando la sua durata non supera mai uno o due giorni.

Se le perdite sono invece abbondanti e di colore rosso vivo, il consiglio che possiamo darvi su queste pagine è di consultare, nella maniera più immediata, il vostro ginecologo. Non è detto che si tratti di minacce d’aborto, ma in caso di dubbio, sempre meglio rimanere sul sicuro!

Perché lo spotting?

Lo spotting è una reazione del nostro sistema riproduttivo e genitale. Si tratta di una reazione che viene causata da sbalzi di carattere ormonale e dunque è molto comune affrontare questi fenomeni di spotting:

  • Durante lo sviluppo e poco prima dell’arrivo del primo ciclo mestruale;
  • Durante la gravidanza;
  • Prima e durante la menopausa.

Si tratta dunque di un problema fisiologico che colpisce moltissime donne, anche durante la gestazione. Non dovrebbe essere fonte di preoccupazione, escluso nei casi che vi abbiamo elencato poco sopra.

Perché le mie perdite spotting sono marroncine?

Si tratta di materiale biologico che è rimasto relativamente a lungo nel nostro utero e che dunque si è ossidato. Sì, a dirla così non sembra una gran cosa, ma si tratta comunque di un processo completamente fisiologico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons