Loading...

Svezzamento: perché segna il primo distacco dalla madre

mascarpone in gravidanzaQuando parliamo di svezzamento, pensiamo subito alle varie problematiche che derivano dalla difficoltà del piccolo nell’iniziare a mangiare pappe e altri alimenti morbidi al posto del latte materno, a cui era ormai abituato da diversi mesi.

Tuttavia dallo svezzamento possono derivare disagi anche a causa del distacco dalla madre, per questo andrebbe gestito nel miglior modo possibile, così da non traumatizzare il bambino.

Ma come funziona esattamente? E’ proprio di questo che ci occuperemo oggi!

Perché l’allattamento segna il distacco con la madre?

La prima relazione in assoluto di un bambino è sicuramente con la madre, soprattutto grazie all’allattamento, sia esso al seno oppure al biberon. Si tratta di una relazione fatta di contatto visivo, di una comunicazione speciale, di attaccamento fisico.

Per questo motivo, quando inizia lo svezzamento, per il bambino cambia praticamente tutto, a partire dal modo di mangiare, dal cibo che mangia, fino ad arrivare al fatto cruciale di iniziare a mangiare da seduti, su un seggiolone, e non più tra le braccia della madre.

Ovviamente, anche se si tratta di un percorso che porterà il bambino ad essere più autonomo, per lui non può che rappresentare una perdita che, nella madre, si trasforma in una sensazione di nostalgia per quella fase della vita.

Come facciamo a rendere lo svezzamento meno traumatico?

Per far sì che lo svezzamento sia meno traumatico possibile, sia per il bambino, sia per la madre, è opportuno aspettare il momento giusto, rispettando i tempi di sviluppo del piccolo, sia da un punto di vista psicologico che da un punto di vista motorio.

Per capire quando è il momento giusto, basta far caso ad alcuni atteggiamenti del bambino, ad esempio, se inizia a giocherellare con il seno della madre, oppure se ne allontana, e inizia ad avere curiosità per gli oggetti che lo circondano.

Per far sì che lo svezzamento sia meno traumatico possibile, la madre deve fare in modo che gli assaggi dei primi pasti avvengano in un clima totalmente sereno, giocoso, così che il piccolo abbia fiducia nello stesso cambiamento che sta affrontando.

La calma e la pazienza sono due caratteri fondamentali per lo svezzamento

Ovviamente, non appena inizierà lo svezzamento, è praticamente impossibile che il bambino si presti senza rifiutarsi. All’inizio infatti sarà difficile insegnare al piccolo a mangiare, soprattutto se non è abbastanza pronto.

Ricorda, però, che con molta pazienza e con molta calma, riuscirai a far mangiare il tuo bambino e che, con il tempo, sarà sempre più autonomo e tu sarai soddisfatta del lavoro fatto!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons