Loading...

Test HIV in gravidanza: ecco perché è importante

hiv gravidanzaNonostante i comportamenti a rischio siano sempre diffusi, a prescindere dalle campagne informative, sono ancora pochissimi coloro che si controllano con regolarità e ci sono ancora donne che, a prescindere dalla programmazione di una gravidanza o meno, non hanno mai fatto il test.

Durante la gravidanza però, nonostante non sia ancora obbligatorio, molti medici richiedono il test, che è ormai consigliato da qualunque linea guida e da qualunque protocollo delle maggiori organizzazioni mondiali per la salute.

Come e quando si fa il test, cosa c’è da temere ed è davvero necessario e utile? Vediamolo insieme, cercando di parlare scientificamente di uno dei tanti tabù che riguardano la gravidanza.

Sì, il test HIV in gravidanza è importantissimo

A prescindere da quelle che saranno poi le conseguenze dirette sulla gravidanza del test, fare il controllo è di fondamentale importanza ed è per questo che viene consigliato da tutti i medici.

Circa il 3% del totale dei casi di HIV in Italia viene proprio scoperto durante la gravidanza e si tratta dunque di un importantissimo strumento diagnostico non solo per il feto, ma anche per la futura mamma, che può così e senza perdere ulteriore tempo cominciare le terapie di controllo e contenimento.

La terapia per il nostro bambino

Scoprire l’HIV per tempo permetterà di dare il via alle giuste terapie che possono abbassare la possibilità di trasmettere l’HIV al feto al di sotto dell’1%. In assenza di terapia, invece, la percentuale si attesta intorno al 20%.

Iniziare dunque le terapie a base di farmaci retrovirali è di fondamentale importanza al fine di evitare che il feto venga contagiato dall’HIV.

Dato che il grosso dei contagi avviene inoltre durante il parto naturale, viene in genere programmato un parto cesareo.

Nel caso in cui questo non sia possibile, il neonato viene sottoposto a profilassi post-natale che è in genere in grado di abbassare drasticamente le possibilità di contagio.

Unica avvertenza è quella di evitare l’allattamento al seno, dato che il latte può essere veicolo di HIV. Bisognerà infatti procedere con l’allattamento a base di latte artificiale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons