Loading...

Toxoplasmosi: cosa non mangiare in gravidanza!

nausea gravidanzaLa toxoplasmosi è una delle patologie più comuni e più rischiose che possono insorgere durante un periodo delicato come quello della gravidanza.

Ma che cos’è la toxoplasmosi? Da cosa è causata? Cosa sarebbe meglio non mangiare durante la gestazione per evitare la toxoplasmosi? Oggi risponderemo proprio a queste domande!

Che cos’è la toxoplasmosi? Da cosa è causata?

Quando parliamo di toxoplasmosi, ci riferiamo ad una condizione patologica causata da un parassita che si chiama, appunto, toxoplasma e può colpire anche molti animali, soprattutto i gatti.

Nel caso degli esseri umani, la contaminazione può avvenire a causa di diversi fattori, ad esempio quelli citati in seguito:

  • Il fatto di aver mangiato della verdura contaminata dal parassita;
  • Attraverso il contatto con i gatti, soprattutto con la loro urina;
  • Trasfusioni di sangue;
  • Trapianto di organi;
  • Mangiare della carne poco cotta, soprattutto quella di maiale, di manzo e di agnello.

Questa patologia è molto pericolosa nel caso di una donna incinta perché il parassita può raggiungere anche il corpo del piccolo attraverso la placenta. Andiamo quindi a vedere quali sono i sintomi.

Quali sono i sintomi della toxoplasmosi?

Purtroppo, all’inizio della contaminazione, la toxoplasmosi non si manifesta con dei sintomi specifici e, prima che li sviluppiamo, dovranno passare circa una o due settimane.

Generalmente tra i sintomi più comuni della patologia, ricordiamo:

  • Mal di testa;
  • Dolore a livello muscolare;
  • Febbre;
  • Ingrossamento dei linfonodi del collo e della testa;
  • Sensazione di malessere;
  • Mal di gola.

Cosa non mangiare durante la gravidanza?

Tra le cause della toxoplasmosi, come abbiamo visto in precedenza, ci sono anche gli alimenti contaminati, per questo motivo, durante la gravidanza, sarebbe opportuno:

  • Evitare le carni pronte al consumo, come le salsicce;
  • Non bere il latte crudo ed evitare i formaggi molli;
  • Evitare qualsiasi tipo di insaccato crudo, come il prosciutto;
  • Evitare il pesce affumicato;
  • Evitare i frutti di mare.

Gli alimenti in scatola, ad esempio il tonno, possono essere invece mangiati tranquillamente e, infine, ricordati di lavare sempre con cura la frutta e la verdura, possibilmente con del bicarbonato di sodio, soprattutto se possono essere entrate in contatto con le feci di qualche tipo di animale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons