Loading...

Trasmissione HIV al bambino: tutto quello che c’è da sapere

hivL’AIDS (sigla per Acquired Immune Deficiency Syndrome) è una sindrome da immunodeficienza acquisita, in questo caso si tratta di una patologia che impedisce la normale difesa contro le malattie infettive.
Il virus che causa l’immunodeficienza è conosciuto come HIV e a lungo andare provoca l’AIDS poiché nel tempo danneggia i linfociti e le difese del corpo fondamentali per contrastare le malattie.

L’HIV può essere trasmesso tramite contatto con il sangue o con i fluidi corporei o durante la gravidanza e il parto. E’ possibile che neonato contragga l’HIV se la madre è infetta.
Ad oggi esistono cure per l’HIV e l’AIDS, ma non esistono appositi vaccini. L’unico modo per prevenire il contagio è evitare il contatto col sangue altrui e avere rapporti sessuali protetti.

HIV: cosa provoca?

L’HIV distrugge dei particolari linfociti conosciuti come T-helper e, se il numero di cellule T diminuisce, si diventa più predisposti a contrarre altri tipi di infezioni e malattie. Fortunatamente non sempre l’HIV muta in AIDS.

sintomi più comuni di contratto virus HIV o di AIDS sono:

  •  Febbre ricorrente;
  • Ingrossamento dei linfonodi;
  • Mal di gola;
  • Dolori muscolari;
  • Malessere generalizzato;
  • Piccole ferite che si rimarginano con difficoltà;
  • Cefalee;
  • Nausee e conati;
  • Vomito;
  • Fegato e milza ingrossati;
  • Calo di peso.

Come difendersi?

In genere per contrastare la malattia si utilizzano inibitori dell’attività di retrotrascrizione di HIV.  Se siete sieropositive e aspettate un figlio, sappiate che ci sono farmaci che si possono assumere durante la gravidanza e prima del parto per impedire che trasmettiate l’HIV al bambino. Potrete iniziare ad assumere i farmaci senza problemi per il feto all’inizio del secondo trimestre.

Bisogna anche che continuiate la terapia antiretrovirale durante il corso della gravidanza e anche durante il parto. Avvisate prontamente il personale dell’ospedale della vostra malattia così da poter avere disponibilità delle migliori terapie possibili.

Se invece desiderate diventare padre, ma avete l’HIV, sappiate che potete ricorrere ad una procedura specifica nota come: lavaggio dello sperma. Durante il lavaggio lo sperma viene depurato dal virus dell’HIV e per concepire si ricorre necessariamente all’inseminazione artificiale. In questo modo si riesce a concepire un figlio senza rischi per la madre o per il bambino.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons