Loading...

TSH Bassa in gravidanza: cause, sintomi e cura

tsh-gravidanzaIl TSH è un ormone molto importante per la regolazione della produzione di altri ormoni. Esso è prodotto dall’ipofisi e, quando è necessario, stimola la ghiandola tiroidea per la produzione di T3 e T4.

Come cambia la produzione di questo ormone durante la gravidanza? Cosa succede se una donna incinta riporta valori troppo bassi di TSH? Quali sono i rischi che corre il bambino? In questo articolo cercheremo di far luce sulla questione.

Livelli di TSH e gravidanza

Tutti sanno che durante il periodo di gestazione la donna è soggetta a diversi cambiamenti, soprattutto per quanto riguarda la produzione di certe sostanze in quanto dovrà produrne a sufficienza per il suo fabbisogno e per un naturale sviluppo del bambino.

Una delle sostanze che può subire delle variazioni quantitative è il TSH. Di seguito vi mostriamo quelli che sono ritenuti valori normali di TSH per una donna in dolce attesa, in relazione al periodo della gravidanza:

  • Primo trimestre: 0,3-4,5 mIU/L;
  • Secondo trimestre: 0,5-4,6 mIU/L;
  • Terzo trimestre: 0,8-5,2 mIU/L.

Per farvi un’idea sul cambiamento, dovreste sapere che i valori normali per una donna adulta che non aspetti un bambino vanno da 0,3 a 4,2 mIU/L.

Cosa succede se si riportano bassi valori di TSH durante la gravidanza?

Nel caso in cui la gestante dovesse riportare dei valori eccessivamente bassi di questo ormone, potrebbe verificarsi la presenza di alcune condizioni, di seguito elenchiamo le più frequenti:

  • Ipertiroidismo;
  • Morbo di Basedow;
  • Tiroidite di Hashimoto;
  • Aborto spontaneo;
  • Distacco della placenta;
  • Preeclampsia.

Inoltre anche il feto potrebbe andare incontro a problemi più o meno gravi dovuti all’abbassamento del TSH, tra cui:

  • Ipertiroidismo neonatale;
  • Morte in utero;
  • Ritardo della crescita.

Quali sono i sintomi di un basso TSH?

Visti i rischi che si corrono a causa di un abbassamento del TSH, ora vi illustriamo alcuni sintomi di questo squilibrio ormonale, in modo da accorciare i tempi per un’eventuale diagnosi. Tra i sintomi più frequenti di un basso TSH, abbiamo:

  • Perdita di peso;
  • Irritabilità;
  • Nervosismo;
  • Vampate di calore;
  • Diarrea;
  • Prurito persistente;
  • Palpitazioni e tachicardia;
  • Perdita di capelli (alopecia);
  • Irregolarità del ciclo mestruale;
  • Abbondante sudorazione.

Infine bisogna ricordare che alcuni farmaci possono influenzare l’esito finale degli esami per il TSH. Per questo motivo è indispensabile informare il personale che effettua la pratica medica.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons