Loading...

Tutto quello che c’è da sapere sul bagnetto del neonato

Il bagnetto neonatale è un momento in cui il rapporto mamma-figlio si consolida grazie alle coccole da parte del genitore e il contatto fisico in generale. 

Inoltre, grazie alla funzione prettamente igienica e di conseguenza salutare, che permette al bambino di avere meno probabilità di contrarre malattie infettive, questi momenti suscitano nel neonato lo sviluppo dei 5 sensi e in particolare quello riguardante l’olfatto e il tatto

Dobbiamo, però, apportare dei piccoli accorgimenti per quanto riguarda la pelle perché il bambino, avendo una cute ancora poco sviluppata, potrebbe rovinarsi e arrossarsi

Infatti, avendo un indice di PH basico, la pelle del bambino non sarà bilanciata dalla sudorazione acida, in quanto ancora troppo piccolo e quindi sarà attaccata maggiormente dai batteri

Anche se si dovrebbe già sapere in quanto dobbiamo farlo anche su noi stessi, le parti da curare di più durante il lavaggio del neonato sono la faccia e le zone intime, che dovranno essere asciugate per bene con panni morbidi

In più il bimbo si troverà a suo agio durante questi momenti e, se fatto prima di metterlo a dormire, questa azione stimolerà il sonno

Qual è il momento giusto per fare il primo bagnetto?

È consigliabile fare il primo bagno al neonato quando il cordone ombelicale si sarà staccato del tutto e si sarà cicatrizzata la parte, poiché eventuali aperture potrebbero portare infezioni al bambino. 

Se il cordone ombelicale non si è ancora staccato, è consigliabile sempre lavare il bambino, ma stando attenti a non toccare la parte del funicolo

Come organizzarsi?

Sicuramente dobbiamo preparare il necessario prima di mettere il bebè nella vaschetta in modo da non perderlo mai di vista. 

Avremmo bisogno di: termometro per l’acqua, bagnoschiuma adatto ai neonati, garze sterili per le parti più delicate, creme idratantiasciugamani morbidi e l’occorrente per rivestire il bebè

Il momento della giornata da dedicare a questa pratica è facoltativo, si può fare quando più se ne ha voglia, ma è consigliabile farlo la sera prima di mettere a dormire il neonato così prenderà sonno più facilmente grazie al relax che porta il bagnetto. 

Inoltre bisogna aspettare il tempo di digestione del bimbo: è consigliabile aspettare almeno un paio d’ore dopo la poppata, poiché si potrebbe raffreddare e non portare a termine l’assunzione dei nutrienti. 

Solitamente occorre un quarto d’ora per lavare il bambino, impostando una temperatura dell’acqua tra i 36ºC e i 37ºC. La temperatura ideale che deve avere la stanza da bagno è tra i 20ºC e i 23ºC

Si ricorda di togliere eventuali anelli o bracciali per non ferire il neonato e, se si è raffreddati, apportare le dovute precauzioni per non far prendere infezione al bimbo. 

Come agire al meglio

È bene procurarsi una vasca adatta per il bagnetto dei neonati, dove appoggiare il bambino in modo che rimanga fermo e che si possa regolare in altezza. 

Dopo averlo adagiato delicatamente stando attenti a reggere per bene la testa, occorrerà tenere il bebè sotto l’ascella ed utilizzare l’altra mano per lavarlo

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons