Loading...

Urina scura del bambino: cause e possibili rimedi

bilirubina-nell-urinaAnche l’urina, così come la sua cacca, può essere ritenuta un segnale molto importante per quanto riguarda lo stato di salute del nostro piccolo. Si tratta infatti di quello che l’organismo del nostro piccolo scarta e, nel caso in cui ci dovessero essere delle anomalie soprattutto nel colore, potrebbe essere il segnale di qualcosa che non va.

Vediamo insieme cosa significa quando il nostro bambino produce urina scura, ovvero di un colore molto più scuro come gradazione rispetto a quello che può essere definito normale, ovvero un colore giallo paglierino tenue.

Il problema più frequente: la disidratazione

Il problema più frequente (ed è anche quello che in genere presenta il quadro meno problematico, in quanto può essere molto facilmente risolto semplicemente andando ad aumentare la quantità di liquidi fornita al bambino) è quello della disidratazione. Non sempre ovviamente si tratta di disidratazione tale da causare problemi di medio e lungo periodo.

Nella maggioranza dei casi si tratta, infatti, di un intake troppo basso di acqua o comunque di liquidi. La soluzione è facile: basterà far bere di più il bambino, magari a piccole dosi e più volte durante la giornata.

Nel caso in cui il problema dovesse presentarsi di frequente, potrebbe essere il caso di valutare con il pediatra una quantità di liquidi minima da fornire al piccolo.

Il problema più grave: la presenza di emazie

Il problema però più grave potrebbe essere quello della presenza di emazie nelle urine del piccolo. Si può trattare di fenomeni infettivi di poco conto, che possono attaccare l’uretra oppure anche il canale di collegamento tra vescica e reni.

In altri casi, invece, sarà il pediatra ad affrontarli con gli opportuni strumenti diagnostici nel caso in cui ce ne dovesse essere bisogno. Le emazie nelle urine, che poi altro non sono che globuli rossi, possono essere segnale di problemi decisamente più importanti. Nel caso in cui le urine scure del bambino non dovessero essere imputabili a problemi di disidratazione, anche se temporanea, meglio mettere immediatamente al corrente del fatto il pediatra.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons