Loading...

Urina torbida in gravidanza: possibili cause e possibili rimedi

urine torbide in gravidanzaL’urina è un segnale importantissimo per quanto riguarda la nostra salute e le variazioni nel colore, nella consistenza o più in generale nell’apparenza devono essere tenute in debita considerazione.

Oggi parliamo di un caso estremamente tipico durante la gestazione, ovvero quello delle urine torbide: si tratta di un segnale sicuramente importante che deve interessarci non solo durante la gestazione. Tuttavia però, dato che potrebbero essere coinvolte delle patologie particolarmente pericolose in gravidanza, sarebbe il caso di porre all’attenzione del proprio ginecologo questo evento, nel caso in cui si fosse verificato con continuità.

Il problema meno grave: si beve poco

Moltissime donne dimenticano che durante la gestazione si dovrebbe aumentare la quantità di acqua che viene ingerita, in quanto ne abbiamo bisogno di circa il 30% in più: stiamo portando avanti non una, ma due vite e il nostro corpo ha bisogno maggiormente di acqua.

Questo può portare ad una scarsa presenza di liquidi da espellere attraverso le urine, il che si traduce praticamente sempre in un colorito molto scuro delle urine che può renderle torbide.

In questo caso la soluzione è estremamente semplice: basterà bere di più. La soluzione funzionerà già nell’immediato. Nel caso in cui invece non ci fossero miglioramenti e si dovessero continuare ad avere urine torbide, sarà il caso di indagare su altri tipi di problemi.

Le infezioni vaginali e dell’uretra

Ci sono diverse infezioni genitali e dell’uretra che possono rendersi responsabili dell’intorbidamento della nostra urina. Si può trattare di una comunissima infezione batterica, tipo la cistite, oppure di qualcosa di leggermente più grave e serio,  come la gonorrea o la pseudomonias. In tutti i casi comunque si tratta di infezioni batteriche o parassitarie che si possono facilmente curare, ma che devono essere comunque tempestivamente contrastate dal medico, per evitarne l’espansione, che potrebbe coinvolgere anche in alcuni casi il collo dell’utero, con conseguenze che possono farsi particolarmente nefaste.

Il caso dei calcoli ai reni

In alcuni casi, anche se è particolarmente raro che questo problema si presenti in gravidanza, si può trattare di calcoli renali. Saranno ancora una volta il ginecologo e il medico curante a preoccuparsi di diagnosticare la problematica in questione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons