Loading...

Vecchi giochi che il bimbo non usa più: che farne?

I nostri bimbi tendono ad abbandonare i vecchi giochi, bisognosi di averne altri nuovi di zecca.

Per riuscire ad ottenere spazio, si tende spesso a buttare i vecchi, anche se questi ultimi conservano ancora la loro funzionalità.

La prima alternativa che salta subito alla mente è quella di donarli ai più bisognosi; come altra alternativa c’è, invece, il riciclo creativo.

Donare: utile ed etico

I bimbi ormai sono figli di una società altamente consumistica, che porta loro a vivere circondati da tutto, spesso anche dal superfluo.

Questo succede, ad esempio, anche con i giocattoli. Sono ormai sommersi e vengono acquistati con estrema facilità: ogni occasione è buona per poter regalare un giocattolo nuovo.

Inevitabilmente l’attenzione e la fantasia vengono intaccate dalla noia, nel momento in cui la curiosità del primo impatto andrà ad esaurirsi.

Evitare che questo avvenga è possibile, elargire meno giochi potrebbe essere la soluzione al problema, ma nell’eventualità che questo non possa accadere, la strada della donazione è quella moralmente più adatta.

Caritas, case famiglia, centri di accoglienza e famiglie in difficoltà ne trarrebbero grandi benefici, facendo felici tanti bambini e tante famiglie indigenti.

Ma non solo, pensiamo anche agli ospedali, ad asili nido e strutture pubbliche, Croce Rossa compresa. Le associazioni sono svariate, come anche i bambini bisognosi.

Mettendo in pratica questa abitudine, si insegna al bambino, non solo ad apprezzare ciò che ha, ma anche il valore della solidarietà nei confronti di chi non ha la nostra stessa fortuna.

Riciclo creativo

Se il giocattolo risulta in buone condizioni, sarebbe bene privilegiare la via della donazione, ma se il gioco non è intatto e non riutilizzabile, il web ci offre centinaia di spunti per poter dare una nuova vita a questi oggetti, creando una nuova funzionalità.

Macchinine, bambole, costruzioni e animaletti in plastica possono tramutarsi in veri e propri oggetti di design, come lampade, porta vasi, quadri o sculture.

La trasformazione può avvenire anche dietro suggerimento del bimbo stesso, si vedrà in questo caso una vera e propria esplosione di creatività che gioverà, non solo alla sua fantasia, ma potrebbe portare lo stesso a passare più tempo con mamma e papà.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons