Loading...

Vene varicose in gravidanza: cosa fare?

Le vene varicose si presentano come delle striature di colore blu sulle gambe. Il senso di pesantezza e prurito in gravidanza è abbastanza usuale ed è utile monitorare l’aumento del peso per evitare di peggiorarne la situazione.

Le vene varicose sono un problema estetico e funzionale della circolazione, che in gravidanza può colpire anche chi normalmente non soffre di questo disturbo.

Conosciamo meglio questa condizione

In gravidanza i cambiamenti del corpo sono innumerevoli e l’aumento dei livelli ormonali può portare diversi disturbi; ma non è solo il versante ormonale la causa di problemi legati alla dolce attesa.

Anche il sangue, nel volume e nella composizione, subisce dei cambiamenti; con la crescita del feto, infatti, il flusso sanguigno della mamma aumenta per consentire di nutrire entrambi.

In molti casi, però, questo maggiore afflusso di sangue può non venire smaltito velocemente, di conseguenza potrebbe ristagnare nei vasi sanguigni.

Inoltre, nel periodo di gestazione, l’utero si ingrandisce ed aumenta di dimensione, arrivando a comprimere le vene e le arterie e rendendo difficile la circolazione sanguigna.

Essendo questo un disturbo che interessa il sistema circolatorio, potrebbero nascere preoccupazioni per la salute della mamma e del bambino.

In realtà non ci sono rischi per quanto riguarda quest’ultimo, ma la gestante deve prestare la giusta attenzione, seguita dal ginecologo, per evitare che le vene varicose possano comportare flebiti o trombosi.

Prevenzione e mantenimento

Prevenire e tenere sotto controllo il problema delle vene varicose è possibile e, con dei piccoli accorgimenti, si possono ottenere dei buoni risultati.

Il primo consiglio è quello di non sottovalutare l’idratazione. Per quanto sia importante idratarsi e bere molto, è altrettanto vero che bere più del necessario potrebbe comportare il ristagno dei liquidi in eccesso nei vasi sanguigni. Bisogna bere, dunque, la quantità giusta.

Un altro consiglio che viene ampiamente elargito dai ginecologi è il monitoraggio dell’aumento del peso, che deve essere proporzionato, evitando gli eccessi.

Infine, in aiuto alle gambe soggette a varici, esistono calze elastiche contenitive, che comprimono i vasi e riattivano la circolazione, vendute in farmacia o nei negozi specializzati.

Se proprio si vuole ricorrere ad un sollievo immediato, stendersi e restare un pò con le gambe sollevate funziona sempre!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons