Loading...

Parto Cesareo: intervento, rischi e convalescenza

parto cesareoIl Parto cesareo consiste nel far nascere un bambino attraverso un’operazione chirurgica invece che in modo naturale. Esso è ritenuto necessario quando il parto naturale presenta dei rischi che comprometterebbero la salute del nascituro e della madre.

Ma qual è il parto ritenuto a rischio per cui si ricorre ad un cesareo? Le motivazioni possono essere tante e a discrezione del ginecologo, ma le più frequenti sono:

  • Gravidanza gemellare. Non è una regola, ma spesso il parto gemellare presenta più rischi di un parto di un solo bambino.
  • Aver avuto già in precedenza un taglio cesareo. In questo caso si ricorre ad un’operazione perchè l’utero potrebbe lacerarsi, con le contrazioni, nella zona della cicatrice precedente essendo il tessuto meno elastico.
  • Placenta previa. In questo caso il rischio è che la donna abbia delle emorragie molto gravi.
  • Se il bambino si presenta podalico.
  • Se la gravidanza non è a termine. In questo caso il bambino è troppo piccolo e con poche forze e il parto si presenterebbe molto difficoltoso.

In che consiste l’intervento?

Il parto cesareo in genere viene effettuato in anestesia locale per cui alla paziente si addormenta solo la parte inferiore del corpo. In questo modo la donna guarda che cosa succede e soprattutto è vigile quando il suo bambino emetterà il primo pianto.

L’intervento dura circa mezz’ora e consiste nel taglio della parete addominale e dell’utero della donna in modo orizzontale, proprio sopra il pube.

Rischi

I rischi che si possono presentare durante un parto cesareo sono comuni agli interventi chirurgici in generale. In più, relativamente al cesareo, possono verificarsi delle lesioni vescicali e quindi potrà essere necessario sottoporsi ad un successivo intervento chirurgico. Da non sottovalutare inoltre sono le infezioni, che a volte si verificano nella zona urinale e vascicale e nella ferita stessa.

Convalescenza

La donna che ha subìto un taglio cesareo viene tenuta in ospedale per i primi 3 giorni dopo l’intervento, dove avvengono i primi movimenti di ripresa dopo l’intervento. Se tutto procede come dovrebbe, il giorno dopo può lentamente cominciare ad alzarsi e a compiere i primi passi, anche se doloranti.

La ferita verrà medicata ancora per una settimana, ma la completa rimarginazione avviene nel giro di uno o due mesi.

La donna avrà bisogno di un periodo di riposo per recuperare le forze e ritornare più agile nei movimenti, che varia a seconda delle propri condizioni.

Per sapere di più su quando ricorrere al cesareo, leggete la nostra guida.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons