Loading...

Pervietà delle tube di Falloppio: di cosa si tratta

Se si desidera un bambino, ma sembra che la cicogna non arrivi, può essere utile effettuare una verifica della pervietà delle tube di Falloppio. Fare questo esame è importante per capire se la donna può concepire naturalmente oppure no.

Come si effettua questo esame di controllo? La verifica della pervietà tubarica si fa tramite un esame specifico. È importante conoscere la salute delle tube dato che per concepire sono necessarie, poiché permettono allo spermatozoo di incontrare l’ovulo e permettono all’ embrione di arrivare alla cavità uterina.

Le possibilità di concepimento sono ridotte anche se solo una delle due tube è ostruita o bloccata, ma non significa automaticamente che sono dimezzate.

Anche aderenze dovute a interventi chirurgici precedenti, infezioni o infiammazioni, o l’endometriosi, possono esserne causa. Vediamo ora di conoscere meglio l’argomento. Buona lettura.

Gli esami per la diagnosi

L’esame più comune per il controllo della pervietà delle tube di Falloppio è la laparoscopica diagnostica ovvero un intervento chirurgico che viene effettuato in anestesia totale e con un ricovero ospedaliero.

Consente un’esplorazione molto approfondita e permette di valutare ogni possibile causa degli ostacoli al concepimento, quindi anche l’occlusione delle tube.

Per la verifica della pervietà delle tube si può effettuare anche l’isterosalpingografia che permette di controllare il canale cervicale, la cavità uterina e entrambe le tube. Si tratta di un metodo molto affidabile tramite esame radiologico con introduzione in utero di un contrasto iodato.

Si tratta di una procedura molto meno invasiva rispetto alla laparoscopia ma esiste comunque una criticità rappresentata proprio dalla radiazione e dalla iniezione del mezzo di contrasto iodato.

La sonoisterosalpingografia in 3D è un altro metodo per la verifica della pervietà tubarica. È un esame ambulatoriale rapido ed economico e poco invasivo, ma la sua accuratezza è di circa l’80%. L’esame si effettua nel corso dell’ecografia transvaginale con mezzo di contrasto.

La fecondazione

Se la funzione delle tube non può essere ripristinata con un intervento è possibile che la donna non riesca a concepire autonomamente e che debba sottoporsi a fecondazione assistita.

Se invece si riesce a ripristinare la normale funzione delle tube e non ci sono altri problemi di fertilità, la donna torna ad avere le normali possibilità di concepire.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons