Loading...

Vaccini nei Neonati: possono esserci Rischi o Controindicazioni?

vacciniI vaccini sono uno strumento molto efficace sia per contenere le epidemie di malattie infettive, sia per garantire al nostro bambino la protezione contro patologie che sono, potenzialmente, dagli effetti distruttivi.

Sono un presidio medico che costituisce uno dei grandi passi avanti per l’umanità, anche se ultimamente le critiche sono state tantissime, soprattutto da gruppi organizzati che però di guardare ai dati scientifici sembrano avere poca o nessuna voglia.

Siamo davanti dunque ad una battaglia campale tra chi, affidandosi alla medicina tradizionale, decide che i vaccini siano effettivamente giusti e utili per i bambini e chi invece, basato su dicerie e credenze popolari, cerca di proteggere i propri piccoli da quello che è lo strumento di protezione più importante.

I rischi relativi alle vaccinazioni

Nessun vaccino è sicuro al 100%, dato che ognuno ha un rischio, seppur minuscolo, di creare reazioni avverse. Quello che ci interessa sapere è se mettendo sul piatto della bilancia le due possibilità, ovvero quella di vaccinare o di non vaccinare, sia intelligente seguire la prima o la seconda strada.

I vaccini che vengono somministrati obbligatoriamente sono testati e la loro sicurezza è testata sia prima che siano entrati nell’uso, sia ricorrendo ai dati di utilizzo una volta che siano stati già impiegati nella profilassi.

Le manifestazioni avverse ai vaccini, come la comparsa di qualche decimo di febbre, sono spesso in realtà coincidenti con il vaccino, ma non per questo causati dalla profilassi. Non basta la valutazione da parte di un non professionista per asserire che sia stato infatti proprio il vaccino somministrato a causare l’episodio febbrile, ma la manifestazione va valutata nel più ampio quadro clinico che interessa il bambino.

Autismo? Una bufala bella e buona

Chi crede nella teorie di cospirazione è arrivato a contestare anche che i vaccini siano responsabili dell’autismo, basandosi su una ricerca ormai datata e smentita da ulteriori ricerche. È decisamente incredibile constatare quanto una ricerca senza alcuna validità scientifica sia riuscita a penetrare, soprattutto tra i non addetti ai lavori, creando vere e proprie emergenze sanitarie negli Stati Uniti, dove queste teorie hanno decisamente più seguito che in Italia.

Secondo gli strumenti attualmente a disposizione della medicina, i vaccini somministrati (secondo le tempistiche che abbiamo riportato in questo articolo) sono più che sicuri e bisogna dunque cercare di seguire le profilassi così come indicate dal Servizio Sanitario Nazionale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons