Loading...

Aborto in clinica privata: procedura e costi

clinica privataGrazie alla Legge 194 ogni donna ha il diritto di interrompere una gravidanza non desiderata o a rischio. Le strutture ospedaliere dovrebbero garantire il servizio, ma spesso nelle strutture pubbliche ci si trova di fronte a qualche disagio.

Anche le cliniche private permettono alle donne di poter abortire in tutta sicurezza, ma bisogna far fronte a spese più elevate rispetto ad una struttura pubblica. Oggi cercheremo di capire quali sono i tempi e i costi di un aborto in una struttura privata.

Tempi e burocrazia

I tempi e l’iter burocratico sono gli stessi sia per il settore pubblico che per quello privato. Un aborto può essere fatto fino a 90 giorni dopo l’ultima mestruazione. In generale, prima di autorizzare un aborto, le strutture ospedaliere danno  sette giorni di tempo per riflettere e decidere se si vuol procedere con l’intervento.

Questi tempi sono decisi dalla legge e la settimana di tempo parte dal giorno della visita medica che accerta la gravidanza, fino al giorno dell’aborto. Solo in rari casi particolarmente gravi l’aborto può essere autorizzato anche dopo il massimo di 90 giorni deciso per legge. In caso di gravidanza indesiderata per le minorenni c’è bisogno dell’autorizzazione legale dei genitori, altrimenti l’intervento non può essere programmato.

I costi del privato

Se si decide di abortire in clinica privata bisogna sapere che i costi sono più elevati rispetto alle strutture pubbliche. Nelle strutture pubbliche un aborto entro il terzo mese è gratuito e i costi da sostenere sono solo quelli relativi ai medicinali consigliati dal medico.

In una struttura privata dovrete prepararvi a spendere una cifra che va in media tra i 1000 e i 1500 euro. In questa somma sono compresi:

  • Visite mediche;
  • Esami;
  • Intervento di interruzione di gravidanza;
  • Degenza (solo se necessaria);
  • Costo delle prestazioni mediche.

Purtroppo non sono comprese le spese dei medicinali che eventualmente dovranno essere assunti, in questo caso la cifra potrebbe salire lievemente. Se avete qualche dubbio al riguardo, chiedete consiglio al vostro medico, saprà guidarvi e aiutarvi durante tutto l’iter.

Non dimenticate di chiedere il supporto della vostra famiglia e, qualora fosse necessario, anche l’aiuto di uno psicologo. Non tutte le persone reagiscono allo stesso modo di fronte ad un aborto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons